La FLC CGIL ricorrre al TAR contro il provvedimento del MIUR che impone il transito degli ITP C555 e C999 nei ruoli ATA

di redazione
ipsef

Per la FLC la norma impugnata è illegittima e in contrasto con il principio di buon andamento del servizio pubblico.

Per la FLC la norma impugnata è illegittima e in contrasto con il principio di buon andamento del servizio pubblico.

La FLC CGIL ha presentato ricorso al TAR del Lazio per chiedere l’annullamento della nota del MIUR 13219 del 6 dicembre 2013 che dispone il passaggio forzoso degli ITP C555 e C999 nei ruoli ATA.

Per la FLC tale provvedimento è illegittimo perchè impone ai docenti un transito su altro profilo che risulta penalizzante sia sul piano professionale che economico. Per gli ITP C555 e C999 il MIUR non ha previsto alcuna attività di riqualificazione o di riconversione professionale che ne consentisse una ricollocazione in grado di salvaguardare l’esperienza e la professionalità acquisita. Impedire a questi insegnanti di poter essere ricollocati in maniera adeguata  rispetto al proprio inquadramento professionale contrasta palesemente con il principio di efficienza e buon andamento a cui il MIUR è tenuto nel gestire la cosa pubblica.

Il contenimento della spesa, invocato dal MIUR, non può essere motivo valido per mortificare la professionalità e le retribuzioni dei lavoratori; al contrario un servizio pubblico efficiente è tenuto a valorizzare e ricollocare adeguatamente il proprio personale.

Versione stampabile
anief anief voglioinsegnare