FLC CGIL. Non ci sono risorse per l’istruzione degli adulti

di Giulia Boffa
ipsef

GB – Lo scorso 17 luglio la FLC CGIL ha avuto un incontro insieme alle altre Organizzazioni Sindacali con il Sottosegretario Toccafondi per discutere di istruzione degli Adulti e delle linee guida attuative del Regolamento dei futuri CPIA: non ci sono abbastanza soldi, sembra essere stata la conclusione.

GB – Lo scorso 17 luglio la FLC CGIL ha avuto un incontro insieme alle altre Organizzazioni Sindacali con il Sottosegretario Toccafondi per discutere di istruzione degli Adulti e delle linee guida attuative del Regolamento dei futuri CPIA: non ci sono abbastanza soldi, sembra essere stata la conclusione.

ll resoconto del sindacato

"La FLC CGIL ha incontrato il Sottosegretario Toccafondi insieme alle altre Organizzazioni Sindacali lo scorso 17 luglio per discutere delle problematiche inerenti l’Istruzione degli Adulti e le linee guida attuative del Regolamento dei futuri CPIA.

E’ stato un incontro di condivisione delle problematiche messe sul tappeto dalla FLC CGIL e dagli altri sindacati su un settore così delicato e fondamentale per rispondere alle esigenze di istruzione degli adulti, alla dispersione scolastica, all’esigenza di formazione continua, soprattutto in questa fase di crisi che sembra non voler vedere la fine.

Si è discusso in particolare dell’attivazione dei progetti assistiti, che dovrebbero sperimentare quanto le linee guida, predisposte dal tavolo tecnico, disegnano per i futuri CPIA. Secondo la FLC CGIL e gli altri sindacati dovrebbero essere avviati in ogni regione, in modo da non disperdere il patrimonio di professionalità e valorizzare le buone pratiche messe in atto sul territorio nazionale.

Per la FLC CGIL è fondamentale che la Conferenza delle Regioni attivi le nuove autonomie necessarie all’avvio delle sperimentazioni, che potrebbero essere anche più di una per regione.

Abbiamo evidenziato unitariamente che per ottenere buoni risultati è indispensabile che vengano riconosciute ai CPIA adeguate risorse umane e finanziarie.

Il Sottosegretario Toccafondi, pur condividendo le rivendicazioni poste al tavolo, ha sottolineato il problema della scarsità di risorse, dovuto al prolungarsi della crisi e complicato dal vincolo dell’invarianza di spesa prescritta dal MEF.

L’invarianza di spesa sta diventando la coperta di linus per giustificare i mancati interventi di cui tutta la scuola pubblica ha necessità: la FLC CGIL continuerà a battersi per il riconoscimento di risorse adeguate per i progetti assistiti e perchè i futuri CPIA continuino ad avere una governance pubblica."

Versione stampabile
anief
soloformazione