FLC CGIL. Inidonei, ITP C555, C999 e precari ATA: non si può più attendere, vogliamo risposte risolutive

di redazione
ipsef

Lettera aperta del Segretario generale della FLC CGIL, Domenico Pantaleo, alla politica per sbloccare la vicenda.

Lettera aperta del Segretario generale della FLC CGIL, Domenico Pantaleo, alla politica per sbloccare la vicenda.

"Signor Presidente, Signor Ministro, Signori Presidenti, Signori Deputati e Senatori, in previsione dell’inizio del nuovo anno scolastico non possiamo tacere l’indignazione nostra e del mondo della scuola per il mancato superamento di una norma ingiusta contenuta nella spending review che attacca il diritto al lavoro e il diritto alla salute di oltre 7000 lavoratori e lavoratrici con effetto di riverbero sulla funzionalità delle scuole.

Si tratta del passaggio forzato nei profili ATA dei docenti inidonei per motivi di salute e degli Insegnanti tecnico pratici (ITP) la cui gravità è paragonabile solo alla vicenda degli esodati vittime incolpevoli della “riforma” Fornero.

Infatti obbligando al transito docenti inidonei all’insegnamento, a prescindere dalle condizioni di salute e dalla professionalità acquisita, si determina una lesione di diritti fondamentali di tale personale e nel contempo si nega, a circa 3.500 amministrativi e tecnici, in violazione di una legge dello Stato (DL 70/2011), la stabilizzazione.

Un’assurdità, che fa il male delle persone senza fare il bene della scuola come ha dimostrato l’esperienza dell’anno scolastico appena trascorso.

Riteniamo che ci siano sufficienti ragioni affinché questa norma, che a nostro parere presenta profili di illegittimità costituzionale, venga cancellata, ripristinando l’utilizzo dei suddetti docenti in attività di supporto alla didattica e il diritto alla dispensa dal servizio con corrispondente collocamento a riposo.

Crediamo che i prossimi provvedimenti sull’istruzione, che il Governo sta per varare, siano l’occasione utile per fare un intervento risolutivo; una mossa giusta per produrre effetti positivi sull’organizzazione del lavoro e per dare finalmente una risposta alle legittime aspettative di questi lavoratori.

Il Segretario generale FLC CGIL
Domenico Pantaleo

Versione stampabile
anief
soloformazione