Flax Tax insegnanti: cedolare secca lezioni private, novità Agenzia delle Entrate

di Consulente Fiscale

item-thumbnail

La Flax Tax Insegnanti che istituisce un’aliquota a cedolare secca per gli importi derivanti da lezioni a domicilio non vale ai fini ISEE: ecco le novità.

Anche se la Flax Tax sulle lezioni private è stata proposta per prevedere una tassazione agevolata per gli insegnanti titolari di una cattedra che impartiscono lezioni private a domicilio la stessa non ha valenza ai fini ISEE.

Lo scopo era quello di introdurre un’imposta sostitutiva sui compensi deirvati dalle lezioni private per fare in modo che, scegliendo per questi compensi un prelievo a “cedolare secca” con aliquota fissa del 15% a prescindere dall’importo del reddito prodotto, tali redditi non si vanno a cumulare con quelli da lavoro dipendente poichè come specifica l’Agenzia delle Entrate le somme tassate con l’imposta sostitutiva non concorrono alla formazione del reddito complessivo né rilevano, in assenza di una specifica diversa disposizione, ai fini del riconoscimento e della determinazione di detrazioni, deduzioni e altre agevolazioni fiscali”.

Flax Tax ai fini ISEE

Con la circolare 8/E del 10 aprile, però, l’Agenzia delle Entrate fa presente che gli insegnanti che quest’anno per le lezioni private  opteranno per la cedolare secca, quindi, nel 730 del prossimo anno non dovranno inserire tali redditi nel calcolo del reddito complessivo ma gli stessi redditi saranno calcolati ai fini ISEE poichè I redditi soggetti a imposta sostitutiva rilevano, invece, ai fini della determinazione della situazione economica equivalente (ISEE) in quanto, in mancanza di una previsione normativa che ne escluda espressamente la rilevanza, restano applicabili le regole generali in base alle quali il reddito rilevante ai fini ISEE è ottenuto sommando anche i redditi assoggettati a imposta sostitutiva”.

Flax Tax: effetti nel 2020

In ogni caso, quindi, sia ch l’insegnante scelga (visto che resta un suo diritto farlo) di tassare le lezioni private con aliquota ordinaria del 23% sia che scelga la cedolare secca tassandole con aliquota agevolata al 15%, gli effetti della flax tax si vedranno solo nel 2020, quando si presenterà la dichiarazione dei redditi relativa al 2019.

Nella circolare l’Agenzia specifica che “Per il versamento in acconto e a saldo dell’imposta sostitutiva si applicano le disposizioni in materia di versamento in acconto e a saldo dell’imposta sul reddito delle persone fisiche”.

Per chi opterà per la cedolare secca con aliquota del 15% i codici tributo per il versamento di acconto e saldo saranno istituiti con apposita risoluzione.

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Versione stampabile