Flash mob presso sedi USR o USP, ecco in quali città. Richieste: piano assunzioni e annullamento concorso scuola

Stampa

Il Gruppo Azione precari comunica che oggi 7 aprile si svolgerà un flash mob nelle seguenti piazze

Il Gruppo Azione precari comunica che oggi 7 aprile si svolgerà un flash mob nelle seguenti piazze

Roma viale Trastevere. Genova via delle Cave. Torino corso Vittorio Emanuele. Bologna via de ‘Castagnoli. Milano via Soderini. Catania via Mascagni. Firenze via Mannelli. Bari via Re David. Genova via Assarotti. Napoli via Ponte della Maddalena.

Sarà protocollato presso gli uffici il seguente documento

All’Attenzione del Ministro dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca

Oggi 7 aprile 2016 una delegazione di docenti precari (GAE e Seconda Fascia d’Istituto)

è presente all’USP della regione …………………………. per manifestare dissenso e disapprovazione riguardo al Concorso a Cattedra indetto dal governo reggente.

In virtù della sentenza emessa dalla Corte di Giustizia Europea del 26 novembre 2014

CHIEDIAMO

STABILIZZAZIONE/INTEGRAZIONE NEL PIANO STRAORDINARIO DI ASSUNZIONI

CHIEDIAMO ANCORA

L’ANNULLAMENTO DEL CONCORSO

per i seguenti motivi:

• Il concorso risulta innanzitutto, come già stabilito dal TAR, discriminatorio verso coloro che hanno i requisiti richiesti precedentemente, cioè titolo di laurea

• Iniquo in quanto la valutazione dei titoli tende a privilegiare senza alcuna logica una categoria a discapito di un’altra. Il servizio prestato per anni nelle scuole dovrebbe essere una risorsa sulla quale investire, in quanto i docenti risultano essere già dotati di un ampio bagaglio di formazione ed esperienza

• La modalità proposta risulta abbondantemente non adeguata alle strutture e alle risorse delle nostre scuole

• I programmi, e di conseguenza i quesiti proposti, non sono sostenuti da una richiesta chiara ed esaustiva (brancoliamo nel vuoto)

• I docenti abilitati hanno già valutazioni effettuate da docenti universitari (pagate a caro prezzo) ad oggi si chiede ancora una valutazione sugli stessi argomenti, peraltro sarà effettuata da docenti di uguale ordine e grado, nella migliore delle ipotesi se non addirittura, vista la mancanza di disponibilità degli stessi, da docenti in pensione, che con tutto il rispetto per la loro emerita carriera, non possono essere adeguatamente aggiornati. Ricordo inoltre che le abilitazioni precedenti consentivano il diritto di entrare nelle Gae.

• Mancano griglie di correzione chiare e inequivocabili che noi stessi docenti, per primi, siamo tenuti a dover rispettare per la valutazione chiara e trasparente degli elaborati dei discenti

• Nelle fasi di assunzione a noi precedenti è stato anche assunto personale a T.I. che non possedeva alcuna preparazione né esperienza, ma si trovava per sola fortuna al posto giusto al momento giusto.

• L’accorpamento delle classi di concorso frettolosa e spesso errata ha creato confusione ed ulteriori difficoltà.

• L'assunzione parziale dei docenti abilitati ( fra l'altro non rispondente al reale fabbisogno delle scuole) porterebbe a perdere definitivamente figure di riferimento con professionalita', esperienza e competenze didattiche aggiornatissime che ad oggi contribuiscono in modo rilevante a portare avanti le scuole pubbliche.

I DOCENTI PER QUANTO SOPRA ESPOSTO RESTITUISCONO LE LORO CERTIFICAZIONI DIVENTATE ORMAI CARTA STRACCIA E COSTATE TANTO, SIA IN TERMINI DI SACRIFICI QUANTO ECONOMICI, IN SEGNO DI DISSENSO ALLA LEGGE 107 E AL CONCORSO-TRUFFA.

Coloro che non saranno presenti possono partecipare alla protesta inviando mail con allegato il verbale di cui sopra all’USR di appartenenza. Grazie.

“Azione Precari”

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur