Stipendio insegnanti neoimmessi in ruolo e FIT supplenza

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Le assunzioni da graduatorie del concorso abilitati 2018 sono differenti rispetto a quelle ordinarie da GaE e concorso ordinario. L’assunzione infatti comporta l’immissione al 3° anno FIT (Formazione iniziale e Tirocinio) che accompagnerà il docente verso la valutazione finale e la conferma in ruolo.

Indicazioni nelle istruzioni operative a.s. 2018/19

Nelle istruzioni operative allegate al dm per le immissioni in ruolo 2018/19 il Ministero scrive “Ai sensi del DM di autorizzazione l’ammissione al corso FIT da GMRE comporta che il docente non di ruolo venga depennato da tutte le graduatorie di merito regionali previste dall’art. 17, comma 2, lettera b) del D.Lvo n. 59/2017, nonché da tutte le graduatorie ad esaurimento e di istituto, in cui è iscritto sia per la stessa, che per altra clc/tipo posto. Si precisa che, ai sensi del comma 3 dell’art. 8 del D.to L.vo 59/2017, il terzo anno del contratto FIT prevede le medesime condizioni normative ed economiche del contratto di supplenza annuale”

Scelta provincia e sede

Nessuna differenza rispetto a quanto previsto per i colleghi del concorso 2016. Si sceglie la provincia e in questa la sede di servizio, tra quelli disponibili, in cui svolgere il terzo anno del percorso FIT. Ricordiamo che

il sistema delle precedenze di cui alla legge 104/92 non opera riguardo alla scelta sia della provincia, ma solo sulla scelta della sede scolastica all’interno di un ambito, alle condizioni previste dal vigente CCNI sulla mobilità del personale di ruolo. Non esiste più la chiamata diretta, la scelta della scuola avviene attraverso lo scorrimento delle graduatorie.

FIT è supplenza annuale

Il docente ammesso al FIT avrà una supplenza annuale, cioè sarà tale dal punto di vista normativo ed economico.

Ferie e permessi.

  • Al personale docente, educativo ed ATA assunto a tempo determinato sono concessi permessi non retribuiti, per la partecipazione a concorsi od esami, nel limite di otto giorni complessivi per anno scolastico, ivi compresi quelli eventualmente richiesti per il viaggio.
  • Sono, inoltre, attribuiti permessi non retribuiti, fino ad un massimo di sei giorni, per i motivi previsti dall’art.15, comma 2 (motivi personali e familiari).

TaIi periodi di assenza sono senza assegni e pertanto interrompono la maturazione dell’anzianità di servizio a tutti gli effetti. Non cambiano invece i 15 gg. di congedo per matrimonio, i 3 gg. per lutti e per  assistenza al familiare disabile che sono retribuiti anche per il personale assunto a tempo determinato. Non cambiano altresì i permessi orario di cui all’art

Stipendio. Lo stipendio sarà quello di una supplenza al 31 agosto e rientra nella fascia 0-8, dato che ai precari il Miur non riconosce lo scatto di anzianità

A questo va aggiunto, fino al 31 dicembre 2018, l’elemento perequativo e la Retribuzione Professionale Docenti

Elemento perequativo

Retribuzione Professionale Docenti

Come si svolge l’anno di prova

Il FiT non è ripetibile, i docenti che riceveranno una valutazione negativa non potranno ripetere il percorso e non avranno l’immissione in ruolo.

Cancellazione dalle graduatorie

Il docente ammesso al FIT è cancellato da tutte le graduatorie in cui è inserito, nel momento in cui accetta la proposta del FIT, tranne per le graduatorie del concorso 2016. Assunzioni FIT 2018: docenti cancellati da graduatorie, si salvano quelle del 2016

Versione stampabile
anief
soloformazione