FIT: 24 CFU dopo il concorso, servizio valido come tirocinio, 3 anni di servizio utili per il ruolo. Assemblea il 6 dicembre

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Cobas Scuola Bologna, Coordinamento Precari/e Scuola Bologna, USB – ll decreto legislativo 59/17 della legge 107 ha stravolto le modalità di assunzione dei docenti nella scuola statale (secondaria di I e II grado) con il FIT.

Per anni i docenti hanno chiesto a gran voce una formazione iniziale retribuita.

Il governo per tutta risposta con il FIT finanzia una formazione dimezzata che chiede, però, il pagamento preventivo per i 24 CFU; con il misero compenso di 400 euro mensili legittima il lavoro sottopagato e la discriminazione salariale tra docenti; sdogana nel pubblico impiego la facile licenziabilità (dopo tre anni i presidi potranno respingere i candidati già ampiamente formati, valutati e abilitati nel corso del FIT); aumenta il livello di discrezionalità da parte dei dirigenti scolastici.

Nella prima assemblea dell’8/11 ci siamo confrontate/i sui tanti punti critici e abbiamo avanzato delle proposte al riguardo, tra cui:

· inserire il conseguimento dei 24 cfu all’interno del già lungo percorso FIT · considerare il servizio già svolto come tirocinio · il recepimento della direttiva europea per i precari con almeno 3 anni di servizio che si traduca nell’assunzione e accesso al FIT senza un concorso selettivo · che gli abilitati vengano inseriti a pettine nelle GaE provinciali e non in GM regionali · la possibilità di ripetere l’anno di prova senza doversi sottoporre ad un nuovo concorso · un salario completo nel perido di prova · il diritto ad una formazione libera e critica all’interno del percorso · una campagna che miri a trasformare tutto l’organico di fatto in organico di diritto ·

Non si può rimanere indifferenti o inerti di fronte alla imminente approvazione dei regolamenti e dei decreti che disciplineranno il bando e le modalità concorsuali.

La retribuzione dei docenti in formazione sarà affidata alla contrattazione sindacale pertanto qualunque firma da parte dei sindacati che si siederanno al tavolo con il MIUR non potrà avallare discriminazioni salariali e di diritti.

Invitiamo tutte e tutti a partecipare a questo secondo incontro il 6 dicembre 2017 ore 18 ITI Aldini Valeriani via S. Bassanelli, 9 – Bologna

evento fb: “Nuovo FIT, Vecchi problemi” https://www.facebook.com/events/134377720613264/

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare