FIS, residui attivi, help desk: informativa MIUR ai sindacati

Stampa

Nella giornata di ieri, 28 aprile 2016, si è svolto l'incontro tra sindacati e MIUR, avente per oggetto i criteri di  assegnazione dei fondi per residui attivi, la revisione del Regolamento di contabilità (decreto interministeriale 44/01), l'help desk, l'assegnazione del FIS e le relative economie. 

Nella giornata di ieri, 28 aprile 2016, si è svolto l'incontro tra sindacati e MIUR, avente per oggetto i criteri di  assegnazione dei fondi per residui attivi, la revisione del Regolamento di contabilità (decreto interministeriale 44/01), l'help desk, l'assegnazione del FIS e le relative economie. 

Il MIUR  nella persona del dott. Jacopo Greco,  ha fornito le informazioni, per le quali i sindacati avevano richiesto l'incontro.

I residui attivi, ovvero i fondi che le Scuole hanno anticipato negli anni con la propria cassa, ammontano a circa 40 milioni di euro; il criterio principale, in base al quale si è proceduto al trasferimento di tali fondi, è stato quello di trasferire risorse alle scuole con gravi situazioni debitorie.

Quanto al Regolamento di contabilità, l'Amministrazione non ha fornito alcuna informazione, motivando ciò con il fatto che il testo di revisione è al vaglio del livello politico.

L'help desk, ossia lo sportello di comunicazione tra amministrazione e scuole, sarà attivo dal prossimo settembre; allo stato dell'arte sono in dirittura d'arrivo tutte le operazioni propedeutiche, alcune delle quali già portate a termine: validata piattaforma operativa; invitati  gli UU.SS.RR ad individuare un referente, che faccia da intermediario tra scuole e Miur; in corso d'opera l'individuazione delle scuole disponibili a porre in essere la sperimentazione.
 
Quanto all’assegnazione delle risorse del Fondo dell’Istituzione Scolastica (FIS), il dott. Greco ha comunicato che: in questi giorni, sono stati accreditati gli 8/12 del 2015-2016 alle singole istituzioni scolastiche; è in previsione l'accreditamento dei 4/12 e delle economie 2014-2015, il cui trasferimento dipende dalla Ragioneria Generale dello Stato; i ritardi degli 8/12 sono stati causati dai rilievi dell’Ufficio di controllo del MEF pervenuti il 31 marzo (ultimo giorno utile), prontamente superati Direzione.

Lo sblocco delle economie 2014/15 potrebbe avvenire alquanto in avanti nel tempo, per il fatto che le intese passate stipulate da sindacati e MIUR erano prive di relazioni illustrative, motivo per il quale il MEF ha chiesto degli accertamenti relativi anche agli importi degli anni trascorsi.

 

Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 2021, anche DSGA. Preparati con CFIScuola!