FIRST: chiarimenti in ordine al PEI provvisorio/PEI uniforme

Stampa

Comunicato FIRST – Nel comunicato diramato dalla FIRST, relativo ad una prima lettura del decreto attuativo n. 182 del 29.12.2020, reso in virtù dell’art. 7 comma 2 ter del dlgs 66 del 2017, abbiamo sostenuto che il PEI Provvisorio andrebbe elaborato e approvato entro il 30.06 di ogni anno scolastico.

Tale interpretazione sembrava coerente sia al contenuto dell’art. 7, comma 2, lettera g) dlgs 66/2017, sia all’art. 16 del decreto attuativo n.182 del 29.12.2020.

Successivamente, in data 26.01.202, si è tenuto un webinar del MIUR e abbiamo appreso che, secondo le linee guida, per Pei provvisorio deve intendersi quello relativo agli alunni in possesso di nuove certificazioni e non per coloro che già sono in percorso scolastico.

In ordine alla detta questione la FIRST ha avuto un chiarimento con il MIUR, del resto, proprio la FIRST ha auspicato, anche con riferimento ad altre disposizioni, la necessità che il Ministero chiarisca meglio il contenuto di talune disposizioni, in quanto il compito interpretativo delle norme, delle linee guida, nonché dei modelli, non può che competere al MIUR.

Orbene dal detto chiarimento è emerso che il PEI provvisorio deve intendersi quello che le scuole dovranno predisporre solo con riferimento ai nuovi alunni in possesso di nuove certificazioni, in altre parole solo con riferimento a quegli alunni che ancora le scuole non conoscono bene.

La FIRST, ringrazia il MIUR, per il detto chiarimento che ci soddisfa in quanto non muta il quadro delle tutele che avevamo attribuito al PEI provvisorio, con riferimento all’indicazione delle risorse necessarie, sin dal mese di giugno, atteso che tale importante funzione viene esercitata dal GLO in sede di redazione finale del PEI, visto che il quadro n. 11 “ Verifica Finale/Proposte per le risorse professionali e i servizi di supporto necessari”, contiene la necessità di indicare esplicitamente “ il fabbisogno di ore relativo ai sostegni necessari per l’alunno per l’anno scolastico successivo”.

La detta disposizione, pertanto, assolve le medesime funzioni di tutela contenute nel PEI provvisorio e consente, peraltro, alle scuole una maggiore semplificazione di adempimenti a fine anno scolastico e, allo stesso modo, garantisce studenti e famiglie in ordine al fabbisogno necessario per l’anno scolastico successivo.

Lo speciale sul PEI di Orizzonte Scuola

Stampa

Aggiornamento delle graduatorie Ata terza fascia: aumenta il tuo punteggio, contatta Eurosofia, puoi acquisire fino a 1,60 punti