Firmata la convenzione Rai-MIUR per produrre programmi formativi

WhatsApp
Telegram

Uniti contro "l’ignoranza" in una battaglia "per la crescita culturale, economica e sociale" dell’Italia, a partire dagli studenti. Il ministero dell’Istruzione, con Stefania Giannini, e la Rai, con la presidente Anna Maria Tarantola hanno rinnovato stamattina la convenzione ideata tanti anni fa da Aldo Moro per la produzione di programmi formativi a partire dal canale Rai Scuola. Lo rende noto l’agenzia Dire.it.

Uniti contro "l’ignoranza" in una battaglia "per la crescita culturale, economica e sociale" dell’Italia, a partire dagli studenti. Il ministero dell’Istruzione, con Stefania Giannini, e la Rai, con la presidente Anna Maria Tarantola hanno rinnovato stamattina la convenzione ideata tanti anni fa da Aldo Moro per la produzione di programmi formativi a partire dal canale Rai Scuola. Lo rende noto l’agenzia Dire.it.

 "Il ministero dell’Istruzione e la Rai hanno lo stesso avversario- esordisce il ministro Giannini- l’ignoranza. La Rai, insieme alla scuola e al servizio di leva, sono stati i tre strumenti che hanno costruito un’Italia identitaria unita". Il direttore di Rai Scuola Silvia Calandrelli sottolinea: "Il canale in realtà è molto di più: è una mediateca, frutto del lavoro, non facile, che mette insieme le competenze televisive e le conoscenze scientifiche".

 Il rinnovo della convenzione è stato salutato con grande soddisfazione dal presidente della Rai Anna Maria Tarantola che ha ricordato: "Moro riconobbe l’importanza di una televisione educativa, formativa, non solo per la crescita culturale del Paese ma anche per il suo sviluppo economico e sociale".

 Per Tarantola "quella collaborazione non si è mai interrotta e ha portato buoni risultati sui quali vogliamo continuare a lavorare. La Rai è la maggiore agenzia culturale del Paese nella formazione informale, capace di comunicare con il linguaggio dei giovani attraverso i nuovi media. E in Rai sentiamo questa responsabilità. La Rai che vogliamo non si limita a dialogare con le istituzioni ma ci collabora in maniera efficace".

Rai Scuola continuerà e, anzi, potenzierà la sua programmazione che si arricchisce di una nuova proposta di prima serata interamente dedicata alla scienza: ‘Nautilus. I protagonisti della scienza’.

A condurre il programma, in onda tutti i giorni dal lunedì al venerdì alle 21 (dal 19 maggio), sarà Federico Taddia che, in ciascuna delle prime otto puntate previste incontrerà uno scienziato di fama internazionale per farsi raccontare il suo lavoro e quello del team dell’istituzione di appartenenza, in una sorta di ‘viaggio per la conoscenza’ accessibile a tutti.

Gli scienziati interpellati sono, in ordine di apparizione: Elena Cattaneo, Giovanni Bignami, Daniele Malfitana, Roberto Cingolani, Fernando Ferroni, Gilberto Corbellini, Stefano Gresta e Telmo Pievani.

Gli altri programmi previsti dalla convenzione coinvolgono, tra gli altri, la Scuola superiore di polizia, la Guardia di Finanza e la Protezione civile.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur