Fioroni a Conegliano (Veneto) per incontrare i docenti precari

di Lalla
ipsef

di Enrico Scotton – L’on. Beppe Fioroni, in Veneto per una serie di iniziative promosse sul territorio, incontrerà, giovedì 24 marzo a Conegliano, una delegazione degli insegnanti precari che aderiscono al movimento “no pettine” del Triveneto. Durante l’incontro, in programma alle ore17 presso la sala Informagiovani (nei pressi dell’autostazione), si parlerà in particolare delle conseguenze della eventuale riapertura indiscriminata delle graduatorie ad esaurimento nella primavera 2011.

di Enrico Scotton – L’on. Beppe Fioroni, in Veneto per una serie di iniziative promosse sul territorio, incontrerà, giovedì 24 marzo a Conegliano, una delegazione degli insegnanti precari che aderiscono al movimento “no pettine” del Triveneto. Durante l’incontro, in programma alle ore17 presso la sala Informagiovani (nei pressi dell’autostazione), si parlerà in particolare delle conseguenze della eventuale riapertura indiscriminata delle graduatorie ad esaurimento nella primavera 2011.

L’incontro, richiesto dal direttivo del movimento, è stata promosso dall’on. Simonetta Rubinato che ha condiviso la preoccupazione acnhe degli insegnanti precari del trevigiano per una prospettiva che potrebbe provocare uno stravolgimento degli equilibri esistenti nel già molto incerto mondo dei precari.

“Dopo che questa battaglia dei docenti precari ha trovato solidarietà nel Pd a livello locale – spiega l’on. Rubinato – mi sono attivata perché la loro istanza potesse trovare ascolto anche a livello nazionale.

La disponibilità di Beppe Fioroni è un segnale importante perché egli conosce molto bene la materia per essersene occupato quando era ministro dell’Istruzione con il varo di una legge che aveva bloccato le graduatorie a pettine, trasformandole da permanenti ad esaurimento, senza ulteriori possibilità di inseriemento. Proprio quello che ora viene messo in discussione aprendo un conflitto sociale che mette in discussione il futuro di persone la cui età media è di 41 anni e mezzo”.

da Gilda Venezia

Versione stampabile
anief
soloformazione