Fioramonti, stipendi docenti troppo bassi. Così bonus merito diventa concorrenza fra poveri

Stampa

Il Ministro Lorenzo Fioramonti, presente alla presentazione della nuova campagna digital per la scuola, commentando sia il Decreto Scuola che i risultati OCSE PISA si sofferma anche sugli stipendi dei docenti. 

Gli stipendi dei docenti sono troppo bassi” – afferma Fioramonti- la premialità è importante ma a condizione di partenza sufficiente

A questa condizione impegnarsi verso premialità è concorrenza fra poveri. – conclude Fioramonti – Non deve essere compensazione di un salario ma vera premialità

Il bonus merito infatti non smette di far discutere i docenti.

Proprio ieri la modifica intervenuta già durante il Governo Lega – M5S, con l’estensione del diritto al bonus anche ai docenti precari, è stata inserita nel Decreto scuola approvato alla Camera. Decreto scuola approvato, il bonus merito docenti andrà anche ai precari

Ma su altro versante si lavora per eliminarlo. A prevederne l’eliminazione alcuni emendamenti alla Legge di Bilancio 2020 presentati al Senato dal M5S. Bonus merito docenti, M5S vuole eliminarlo

Il Ministro Fioramonti, d’altronde fin dal suo insediamento non ha nascosto la sua insofferenza verso questo meccanismo. Di Meglio (Gilda): Fioramonti propone di abolire bonus merito, ottima notizia

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur