Fioramonti: per eliminare i neet la scuola sia più collegata al mondo del lavoro

Stampa

Il Ministro Fioramonti ha pubblicato un post su Facebook in cui commenta la questione dei Neet.

“Ho visto gli ultimi dati OCSE. Italia e Colombia hanno il numero più alto di Neet. Giovani che non lavorano e non studiano.

Il report è una conferna di ciò che già sappiamo. Molti ragazzi abbandonano gli studi perché si rassegnano all’idea che studiare non serva a nulla.

In realtà è esattamente l’opposto: studiare in modo innovativo, pratico e accattivante è il modo migliore per garantire maggiore benessere e integrazione sociale.

E per fare questo servono maggiori finanziamenti, ma anche una narrazione diversa di Paese. Che si liberi della logica del successo facile, della glorificazione dell’ignoranza e del “tronismo”, per recuperare quella dell’impegno e dell’emancipazione

La strategia di riduzione drastica del precariato è solo una: rafforzare il diritto allo studio e andare di pari passo con una più forte integrazione delle scuole (soprattutto quelle tecniche) e delle università, con i propri territori e con le realtà produttive.”

Stampa

Concorso STEM. Minicorso di inglese e informatica, simulatori disciplinari consulenze Skype. Nuovi percorsi rapidi, mirati e intensivi