Fioramonti: non smantelleremo Buona Scuola, ma andremo oltre criticità

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti, durante un’intervista rilasciata a Il Fatto Quotidiano, parla della Buona Scuola, affermando che ci sarà una certa continuità con quell’impianto, ma che allo stesso tempo bisognerà andare oltre.

Alla domanda del giornalista se intende trovare un punto d’incontro con la Buona Scuola renziana o se verrà smantellata, il neo Ministro dell’Istruzione Fioramonti risponde:

“Dobbiamo andare oltre, ricordo che anche sulla Buona Scuola l’indirizzo del Governo precedente era quello di non smantellare completamente, conservare quello che c’era di buono, ma andare oltre quelle che sono le criticità importanti, come per esempio le chiamate dirette o i trasferimenti sul territorio nazionale degli insegnanti”.

“Il Partito Democratico di questo Consiglio dei Ministri è molto diverso da quello che ha rappresentato i governo precedenti, c’è stato anche uno sforzo di mettere figure completamente nuove: c’è quindi la volontà di aprirsi a un percorso innovativo” prosegue Fioramonti.

Cancellare totalmente la Buona Scuola, considerato che i gruppi sono ancora in mano a Matteo Renzi, fa notare il giornalista, potrebbe non essere semplice, ma il Ministro risponde: ” Siamo ai primi giorni di Governo, vedremo come verrà gestito: c’è la volontà di cambiare, ma anche di tenere ciò che funziona, resta da vedere se politicamente sarà possibile farlo”.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione