Fioramonti (Misto): è necessario stabilizzare precari in Enti di ricerca

“Enti di ricerca: è necessario rivedere con urgenza il sistema di reclutamento ai fini delle stabilizzazioni del precariato, come ho appena affermato nel mio intervento con i ricercatori precari sulla pagina facebook UIL SCUOLA RUA sul tema del superamento del precariato negli enti pubblici di ricerca”. Così dichiara in un post su Facebook l’On. Fioramonti (MISTO), già Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

“E’ normale che all’inizio di una carriera ci sia un periodo di “prova” prima della stabilizzazione – continua Fioramonti – , ma non è assolutamente accettabile che i nostri ricercatori restino precari per anni, a volte per oltre un decennio (senza contare le implicazioni che questo ha sulla loro vita personale)”.

“Nonostante le condizioni di totale incertezza e investimenti largamente al di sotto della media europea, i nostri scienziati sono tra i più produttivi, secondo tutte le statistiche internazionali. È arrivato il momento di valorizzarli adeguatamente, anche per fermare l’emorragia ormai endemica di conoscenza e di talento verso l’estero, e investire così sul futuro del nostro Paese”.

“Non possiamo continuare ad alimentare un sistema a corrente alternata in un settore tanto vitale come quello della ricerca – conclude infine l’ex Ministro- che necessita invece di corrente continua. La ricerca non può arrestarsi per esser ripresa poi quando verranno previste risorse, ciò lede fortemente la sua efficacia e la salute del nostro Paese. Per questo è necessario che il Governo non perda questa partita, e che gli enti di ricerca diano piena attuazione alla Legge Madia, che mai come in questo momento, in seguito all’emergenza da COVID-19, necessita di essere vinta per la ricerca a riprova della sua importanza”.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia