Fioramonti: “L’importanza del sostegno viene dimenticata. Poche risorse con la legge di bilancio”

Stampa

L’ex Ministro dell’Istruzione, Fioramnti, ha parlato dell’emergenza sostegno e delle misure che mancano puntualmente per risolvere il problema

L’importanza del sostegno viene sempre dimenticata. La nostra scuola è inclusiva e noi dobbiamo farlo con le scelte giuste. In questo modo diventa una scuola esclusiva“. Lo ha detto il deputato del Gruppo Misto Lorenzo Fioramonti, intervenuto nel corso della diretta di Orizzonte Scuola Tv dedicata all’emergenza sostegno.

Questo però non viene compreso mai dal Governo“, prosegue l’ex Ministro dell’Istruzione. “Infatti, come sappiamo, in legge di bilancio i numeri non bastano. Siamo su numeri bassissimi. Rischiamo che a settembre avremo problemi più gravi di ora. I 25 mila insegnanti di sostegno da assumere con la legge di bilancio sono spalmati negli anni. Il prossimo anno avremo 5 mila assunzioni. Il mio emendamento, bocciato, prevedeva un numero decisamente maggiore, raddoppiato ciò dal prossimo anno”.

E ancora: “Quando si guardano le cifre che ogni anno si destinano alla scuola ci si rende conto di quanto sia sottovalutata la scuola“, prosegue Fioramonti.

Ecco perchè, “in un contesto in cui mancano sempre le risorse, ci si aggrappa a tutto pur di poter tornare a casa. Il Governo deve rendersi conto che bisogna fare un investimento importante sulla scuola. Se non riusciamo a investire sulla scuola è negativo. Quando si guardano le cifre siamo sempre be al di là di quello che serve. Se andiamo verso 100 mila fra precari e cattedre in deroga sul sostegno e abbiamo 5 mila assunzioni il prossimo anno, di che stiamo parlando? 

Se vogliamo fare una scuola inclusiva e poi li lasciamo soli commettiamo un crimine della dignità umana“, ha aggiunto Fioramonti.

Per quanto riguarda gli specializzati sul sostegno, Fioramonti ricorda l’emendamento del collega Tasso che prevede la stabilizzazione diretta degli specializzati: “Sono già formati ampiamente, ma perchè non li stabilizziamo e gli diamo le cattedre in ruolo che sono sempre scoperte?

 

Stampa

Il nuovo programma di supporto gratuito Trinity per docenti di lingua inglese