Fioramonti in audizione: stipendi europei a docenti, aumenti ad amministrativi. E’ questione di orgoglio nazionale

di Anselmo Penna
ipsef

item-thumbnail

Ecco parte della ricetta che oggi il Ministro Dell’istruzione, Lorenzo Fioramonti, ha presentato oggi durante la sua audizione davanti ai membri della VII Commissione cultura riuniti in seduta comune al Senato.

Valorizzare professione docenti

Docenti più formati, ma anche più pagati, questo secondo il Ministro la ricetta per risollevare le sorti della professione docente. Il suo riferimento è alla media europea degli stipendi della categoria che vede l’Italia fanalino di coda. Fioramonti evidenzia come possa anche essere comprensibile che i docenti danesi o svedesi possano guadagnare di più degli italiani, perché la vita in queste aree del paese è più cara. Ma evidenzia anche come aree dell’Europa che sono paragonabili all’Italia non sono da meno, come ad esempio la Spagna.

Per Fioramonti la questione non è soltanto economica, ma anche di “orgoglio nazionale”.

Più soldi agli amministrativi

Il Ministro durante il suo intervento ha fatto una sorta di “mea culpa”, ammettendo di non aver subito colto come il lavoro degli amministrativi sia diventato sempre più complesso e difficile. E di come necessiti di un continuo aggiornamento.

Anche in questo caso, quindi: formazione e stipendi adeguati alle responsabilità.

I fondi?

Il Ministro ha fatto appello a tutte le forze politiche. “Impegniamoci al di là degli schieramenti politici. Non possiamo tollerare un settore strategico che riceve le briciole”. “Il futuro è il capitale umano”

Il video

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione