Fioramonti: 3 miliardi o dimissioni. “Sono un uomo di parola”

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Nell’intervista di stamattina a Repubblica il Ministro Fioramonti ritorna a parlare di quanto sta accadendo intorno alla Legge di Bilancio. 

Se è vero che non ci saranno tagli, è altrettanto vero che le risorse in campo sono altrettanto risicate per mettere in campo quella svolta tanto attesa nel mondo della scuola.

E così diventa una questione di principio.

Fioramonti giudica insufficiente il dibattito finora strutturato, pur essendo consapevole che la legge di bilancio ha ancora un cammino lungo.

In fondo al percorso ritornano però le dimissioni, quelle con cui ha esordito al suo dicastero se le risorse per scuola, Università e Ricerca si fossero rilevate insufficienti.

“So che cosa ho detto e so che sono un uomo di parola” ha concluso Fioramonti.

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione