Fino a 54 euro lordi in più in busta paga anche nel 2023 per docenti e Ata: via libera al taglio del cuneo fiscale

WhatsApp
Telegram

Confermata la misura del taglio del cuneo fiscale fino al 3% per i lavoratori dipendenti con i redditi bassi. La misura pesa oltre 4 miliardi e prevede l’esonero contributivo del 2% per i redditi fino a 35 mila euro e del 3% per i redditi fino a 20 mila euro.

La riduzione del carico fiscale di due punti è una conferma della misura del governo Draghi. Cambia invece per i redditi fino a 20 mila euro.

La misura interviene su oltre il 9% di contributi che versano i lavoratori. La riduzione di due punti assicura in media 35 euro lordi in più in busta paga per 13 mensilità per un reddito di 15 mila euro lordi l’anno. A 20 mila euro lordi l’anno il vantaggio sale a 46 euro lordi mensili, sempre per 13 mensilità. Con il tetto massimo di 35 mila euro si incassano invece 54 euro in più.

Al netto delle tasse il beneficio si attesta tra i 24 e i 45 euro al mese. Il taglio di due punti ha portato a quasi 14 milioni di lavoratori dipendenti un aumento annuo pari a 178 euro per chi guadagna 12 mila euro lordi l’anno e 435 euro per i redditi fino a 35 mila euro.

Leggi anche

Pensioni: arriva Quota 103, le minime saliranno a 570 euro. Bonus per chi rimane al lavoro. Le misure previste dalla Legge di Bilancio

Per la scuola è notte fonda: dalla Manovra in più solo 100 milioni per gli istituti paritari

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VIII ciclo: Scegli il corso di preparazione di Eurosofia a cura del Prof. Ciracì e dell’Avv. Walter Miceli che prepara a tutte le prove