Finestra si apre improvvisamente e ferisce studentessa: scuola responsabile per mancata vigilanza

Gli eventi succedono in Toscana dove in una scuola media una studentessa viene colpita al capo da una finestra con chiusura difettosa che si apre improvvisamente.

La studentessa, a seguito dell’incidente, ha subito delle ferite e i genitori hanno citato in giudizio il Ministero per risarcimento danni

Difesa dell’amministrazione

Il Ministero rifiutava qualsiasi responsabilità, ritenendo che non fossero venute meno le condizioni di vigilanza nei confronti della studentessa e ritenendo l’evento imprevedibile. Inoltre, l’amministrazione aveva ritenuto responsabili le studentesse che, salite sul lavandino, avevano tentato di chiudere la finestra. Il tribunale ha assolto il Ministero.

Condanna Corte d’appello

Di diverso avviso la Corte d’Appello che ha accolto la domanda risarcitoria, perché “la finestra era stata lasciata completamente ribaltata, con il meccanismo di sicurezza costituito dal braccio Newton disabilitato e solo apparentemente chiusa

Conferma Cassazione

La Cassazione ha confermato la condanna della Corte d’appello ritenendo l’assenza del braccio Newton un aspetto fondamentale della vicenda. Mentre il comportamento delle studentesse è stato considerato imprudente, ma non imprevedibile con seguito della condanna secondo l’articolo 2048 Cc.

Scarica sentenza

Didattica a distanza, 9 corsi con iscrizione e fruizione contenuti gratuite