Fine scuola, genitore dà testata a un compagno di classe del figlio e poi scappa: a casa ritrovato un arsenale con fucili e pistole

WhatsApp
Telegram

Un episodio di violenza insensata ha coinvolto una scuola di Bastia Umbra, dove un genitore ha aggredito un altro studente con una testata. Un’agente di polizia fuori servizio, madre di un altro studente, ha assistito a tutto ed è immediatamente intervenuta.

Come segnala Umbria 7, l’aggressore, dopo il suo gesto, si è allontanato rapidamente a bordo di un’auto. L’agente, in azione nonostante non fosse in servizio, ha registrato la targa del veicolo, avvicinandosi poi alla vittima, visibilmente spaventata.

Il giovane studente ha confermato di essere stato colpito con una testata dal padre di un compagno di scuola. Fortunatamente, non ha necessitato di assistenza sanitaria. Dopo aver informato i genitori del ragazzo delle proprie facoltà legali, l’agente ha agito in nome del commissariato di polizia di Assisi.

Con le informazioni acquisite, i poliziotti si sono recati presso l’abitazione dell’aggressore, procedendo al ritiro cautelare di una pistola, tre fucili e il relativo munizionamento, oltre alla licenza di porto d’arma, ai sensi dell’articolo 39 del Tulps.

Mentre si attende la presentazione della denuncia da parte della vittima, l’accaduto è stato segnalato alla Procura della Repubblica, avviando così l’iter giudiziario necessario a risolvere questo grave caso di violenza.

WhatsApp
Telegram

Storia di Giacomo Matteotti che sfidò il fascismo: una grande lezione di educazione civica per tutti. Webinar gratuito