Fine anno scolastico, docenti non devono andare a scuola se non c’è attività didattica programmata

WhatsApp
Telegram

Avvio e chiusura anno scolastico: il personale docente non è tenuto al servizio quando non c’è attività didattica programmata.  Chiarimenti Snals Treviso. 

In riferimento alle richieste di chiarimento che alla fine di ogni anno scolastico pervengono al sindacato, si ribadisce che non sussiste da parte dei docenti alcun obbligo ad essere presenti a scuola dopo il termine o prima dell’inizio delle lezioni quando non c’è attività didattica, né sono previste riunioni dal piano annuale delle attività (attività funzionali).

L’attività dei docenti, infatti, è normata dal contratto nazionale di lavoro, che non prevede impegni orari settimanali, ma specifiche “attività d’insegnamento” (sulla base del calendario scolastico regionalee “attività funzionali all’insegnamento”.

Qualsiasi altra attività rientra nelle “attività aggiuntive”, quindi, le eventuali ore di lavoro eccedenti devono essere pagate a parte.

Rientra in quest’ultima categoria la presenza a scuola imposta al personale docente al termine e all’inzio delle lezioni (fino al 30 giugno e dal primo di settembreda alcuni Dirigenti scolastici, ma questa deve essere obbligatoriamente collegata ad una specifica attività programmata e approvata dal Collegio dei docenti, nonchè appositamente finanziata dal fondo d’istituto.

La questione è stata già chiarita più volte con note ministeriali (cfr. nota MIUR prot. n. 1972 del 30.06.1980e sentenze (cfr. sentenza del Consiglio di Stato n. 173/1987 in cui si decretava “… Né è ipotizzabile l’imposizione dell’obbligo della semplice presenza nella scuola indipendentemente dall’impegno in attività programmate, non trovando ciò corrispondenza nel sistema delineato dal D.P.R. n. 417/1974”; la sentenza del Tribunale di Trento del 23/01/2004 ed una successiva sentenza del Giudice del Lavoro di Napoli (R.G. 5344/2006), hanno disposto che, durante la sospensione dell’attività didattica, possano essere effettuate solo attività funzionali all’insegnamento di carattere collegiale previste nel piano annuale delle attività deliberato dal Collegio dei docenti).

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario secondaria: diventerà annuale. Nessuna prova preselettiva. Eurosofia mette a disposizione i propri esperti