Finanziaria, tornano le festività laiche. Patroni, si salva Pietro e Paolo

di
ipsef

red – Su una cosa ci ritroviamo in maniera bipartisan tutti d’accordo, potremmo pure rischiare il dafault, il collasso economico, una stagflazione nera, ma le festività non si toccano.

red – Su una cosa ci ritroviamo in maniera bipartisan tutti d’accordo, potremmo pure rischiare il dafault, il collasso economico, una stagflazione nera, ma le festività non si toccano.

La proposta di accorpare le festività laiche, come il 25 aprile, il primo maggio e il 2 giugno alle domeniche è stata ritirata dalla manovra bis. Salvi i ponti.

Restano accorpate alle domeniche, miracoli consentendo, le feste legate ai patroni, tranne Pietro e Paolo nella capitale, in quanto contenuta nel "Concordato".

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione