Finanziamenti scuole: scuole avranno 35 mila euro. Adesso il MOF, ma no soldi a pioggia

Stampa

Il Sottosegretario Faraone conferma l'aumento dei finanziamenti per il funzionamento delle scuole. 

Il Sottosegretario Faraone conferma l'aumento dei finanziamenti per il funzionamento delle scuole. 

Le cifre erano già state fornite durante il convegno ad Agrigento presso la Casa San Filippo svoltosi questo sabato, ieri la conferma tramite agenzia.

Secondo il Sottosegretario si passerà da 15 mila euro a scuola a quasi 35 mila. Un aumento non indifferente che coprirà le spese di funzionamento degli istituti scolastici.

"Finalmente – ha commentato il Sottosegretario all'ASCA – ogni istituto potrà coprire non solo le spese vive, dalla carta igienica ai software per i registri elettronici, ma anche investire nella didattica e nei laboratori".

Una cifra, quella fornita da Faraone, che risulta superiore rispetto a quella divulgata qualche giorno fa dal Ministro, che parlava di un aumento di 8 mila euro a scuola .

Un piano di rifinanziamento delle scuole che era già presente nel piano di riforma, ma nel quale è previsto anche ben altro.

Seguici su FaceBook . Lo fanno in 172mila

Nelle linee guida per la riforma si parla di un reintegro parziale del MOF a breve. Infatti, ricordiamo che il fondo negli anni ha subito un continuo taglio che va dai 93 mln del 2012 ai 78 del 2013, ai circa 20 mln attuali.

Parte dei fondi è stata utilizzata per il recupero degli scatti di anzianità e per affrontare l'emergenza degli addetti alle pulizie. Adesso si tratterà di reintegrare il fondo, almeno secondo le mire del Governo.

Un reintegro che, però, non riguarderà indiscriminatamente tutte le scuole, ma seguirà principi "meritocratici", finanziando inizialmente soprattutto gli istituti innovativi che potenzieranno l'offerta formativa con attività di particolare impatto (formazione, autoproduzione contenuti, progettualità).

Insomma, addio al criterio del dimensionamento per finanziamenti  a pioggia, si navigherà verso un criterio meritocratico che probabilmente vedrà il sistema di autovalutazione avviato quest'anno come uno degli elementi per l'accesso ai finanziamenti.

I soldi privati gestiranno i laboratori e le banche la dispersione scolastica: dallo "School bonus" ai "SIB"

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur