Finanziamenti alle scuole, forse un passo indietro per supplenze e pulizie

di redazione
ipsef

red – A seguito dell’incontro tra sindacati e MIUR relativamente alla questione dei bilanci annuali per il 2010, che prevedeva un taglio del 25% sulle spese di pulizia e il blocco dei fondi assegnati per le supplenze, il MIUR avvierà un monitoraggio con l’obiettivo di individuare margini per rivedere la stretta sui bilanci.

red – A seguito dell’incontro tra sindacati e MIUR relativamente alla questione dei bilanci annuali per il 2010, che prevedeva un taglio del 25% sulle spese di pulizia e il blocco dei fondi assegnati per le supplenze, il MIUR avvierà un monitoraggio con l’obiettivo di individuare margini per rivedere la stretta sui bilanci.

La Gelmini si sarebbe impegnata a riscrivere la circolare sui bilanci 2010, soprattutto per quanto riguarda le spese per le supplenze, gli appalti delle pulizie e sull’inserimento dei residui attivi nell’aggregato Z (crediti non spesi che gli istituti vantano nei confronti del MIUR) che rischiano di essere fagocitati dalle casse dello Stato.

Una partita aperta, dopo le proteste legate alla nota di dicembre che prevedeva un’ulteriore stretta per i finanziamenti alle scuole, che si giocherà in un faccia a faccia col Ministero dell’Economia.

Versione stampabile
soloformazione