Finanziamenti agli Atenei, Pittoni (LEGA): coinvolgere Mattarella per rivederli

di redazione
ipsef

item-thumbnail

«In occasione della presenza del capo dello Stato Sergio Mattarella all’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università di Udine, non si perda l’occasione per coinvolgerlo nell’appello per la ricalibratura della premialità nei finanziamenti dello Stato al sistema universitario, che quest’anno ha penalizzato diverse strutture d’eccellenza come, per restare in ambito regionale, gli atenei di Udine e Trieste».

Lo suggerisce Mario Pittoni, responsabile federale Istruzione della Lega.

«Recentemente – spiega Pittoni – in troppi casi il riconoscimento alle università che crescono rispetto all’anno precedente, ha comportato la penalizzazione di chi garantisce livelli costanti d’eccellenza. Serve poco che, dopo lo stop del 2016, la quota conferita in base ai risultati abbia ripreso a crescere passando dal 20 al 22%, se poi si “bastona” chi offre qualità da sempre. Per non parlare del costo standard per studente, “piantato” ai livelli dell’anno scorso. Quando la nostra riforma del 2010 sarà a regime, l’intero Fondo di circa 7 miliardi verrà distribuito con criteri per il 70% oggettivi (costi standard) e per il 30% premiali, come nei Paesi più avanzati. Ma ove si evidenzino criticità – conclude Pittoni – è fondamentale rimodulare d’urgenza i parametri di valutazione».

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione