Filmare le attività didattiche: in una scuola è possibile. Docenti e genitori contenti: “Così si rendono i bimbi al centro dell’azione”

WhatsApp
Telegram

In una scuola primaria, in provincia di Foggia, ecco un approccio innovativo alla didattica: l’utilizzo di foto e video per documentare le attività scolastiche. Con il consenso dei genitori, queste riprese hanno immortalato momenti di gioco e apprendimento, diventando un fenomeno virale sui social media.

L’iniziativa, partita da un docente, aveva l’obiettivo di valorizzare il percorso educativo dei bambini. I genitori hanno accolto con entusiasmo la proposta, riconoscendone i benefici in termini di crescita e divertimento. “Sono contenta che mio figlio possa esprimersi e mostrare le sue doti artistiche”, esprime una mamma, simbolo della fiducia riposta nella scuola.

Il docente promotore evidenzia l’importanza di questo approccio in un’era dove i bambini sono nativi digitali. Questa iniziativa dimostra la capacità di adattarsi ai cambiamenti del contesto educativo, integrando metodi innovativi e coinvolgenti.

I video non sono solo mezzi di espressione, ma anche potenti strumenti didattici. Gli insegnanti li utilizzano per stimolare la riflessione, valorizzare il lavoro di gruppo e accrescere l’autostima dei bambini. “I video sono un modo per rendere i bambini protagonisti del loro apprendimento”, sottolinea una maestra. Essi fungono anche da ponte comunicativo tra la scuola, le famiglie e la comunità, creando un clima di collaborazione e fiducia.

WhatsApp
Telegram

La Dirigenza scolastica, inizio anno scolastico: la guida operativa con tutte le novità 2024/25 con circolari e documenti pronti all’uso