Filiera tecnologico-professionale: esame di maturità al quarto anno, no abbreviazione per merito e candidati esterni

WhatsApp
Telegram

Sperimentazione filiera tecnologica-professionale al via dall’anno scolastico 2024-25. Gli istituti scolastici possono aderire presentando candidatura entro il 12 gennaio, come da proroga ministeriale alle tempistiche previste dall’avviso del 7 dicembre.

Nel decreto 240 del 7 dicembre concernente il progetto nazionale di sperimentazione relativo all’istituzione della filiera formativa tecnologico-professionale, il Ministero fornisce alcuni dettagli anche sugli esami di maturità:

Restano ferme le disposizioni vigenti in materia di esame di Stato conclusivo del secondo ciclo e rilascio dei titoli di studio finali, di cui al decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 62, che devono riferirsi ai percorsi di istruzione secondaria di secondo grado del vigente ordinamento.

Ai fini dell’esame di Stato, non possono essere assegnati alla classe sperimentale candidati esterni.

L’attribuzione del credito scolastico viene effettuata secondo le vigenti disposizioni al termine del secondo, del terzo e del quarto anno di corso.

Non è consentita l’ammissione agli esami di Stato con abbreviazione di un anno per merito.

Maturità al quarto anno

L’esame si svolgerà al quarto anno e non ci saranno limiti in tal senso. Lo ha specificato in una FAQ il Ministero:

Ci sono limiti per accedere all’Esame di Stato con i 4 anni?
No, non esistono preclusioni in merito. Gli studenti che abbiano terminato con successo il percorso scolastico quadriennale sperimentale possono accedere all’Esame di Stato conclusivo del secondo ciclo di istruzione cui accedono gli studenti dei rispettivi percorsi ordinamentali quinquennali.

La sperimentazione vedrà infatti l’attuazione del 4+2: “Costituisce elemento necessario dell’offerta formativa integrata la progettazione e successiva attivazione di percorsi quadriennali sperimentali di istruzione tecnica e/o professionale, di percorsi per il conseguimento del diploma professionale di IeFP, coerenti o affini con la filiera di riferimento, laddove attivati, e di percorsi biennali di istruzione tecnologica superiore secondo quanto previsto dall’articolo 5, comma 1, del presente decreto“.

Sperimentazione filiera formativa tecnologico-professionale: proroga candidature al 12 gennaio

WhatsApp
Telegram

Prova orale concorso docenti secondaria 1° e 2° grado: come affrontarla in maniera efficace. III edizione, con esempi e UdA