Festival del Libro a Catania, spazio anche ai più giovani con laboratori e letture

Stampa

 Cresce l’attesa per la seconda edizione consecutiva di Etnabook, il Festival del libro e della cultura, co-organizzato dal Comune di Catania – Assessorato alla cultura – che l’anno scorso, e anche durante il lockdown, si è reso protagonista, in remoto, di numerosi momenti di cultura e dialogo tra autori, editori e librai.

L’edizione 2020 del festival si presenta ricca di novità e di ospiti eccellenti. Location ufficiale sarà il Palazzo della Cultura di Catania, sede di prestigiosi eventi culturali.

Sin dal primo istante, il sindaco di Catania Salvo Pogliese e l’assessore alla Cultura Barbara Mirabella hanno sostenuto il progetto, facendo sì che Etnabook potesse convivere con l’emergenza Covid-19, continuando a contribuire attivamente alla crescita artistico-culturale della città etnea.

Tra gli autori che interverranno durante la manifestazione ci saranno grandi nomi del panorama editoriale nazionale, tra cui: Antonio Caprarica, Barbara Bellomo, Rosario Palazzolo, Claudio Pellizzeni, Sara Rattaro ed Elvira Seminara.

Questa seconda edizione si colora di gioia e allegria grazie ad una nuova sezione dedicata interamente ai più giovani a cui saranno dedicati laboratori, letture e molto altro da scoprire.

Un tema molto caro all’assessore alla cultura e politiche scolastiche Barbara Mirabella, che ha dichiarato: “Abbiamo lavorato tanto e continueremo a farlo affinché i giovanissimi comprendano la bellezza della lettura e la ricchezza di perdersi e ritrovarsi tra le pagine di un libro considerandolo un tesoro da scoprire. La nostra amministrazione sarà sempre al fianco di chi, come Etnabook, promuove la lettura. La città di Catania, anche per il 2020, ha ottenuto la prestigiosa qualifica di «città che legge», dalla lettura dipendono lo sviluppo intellettuale, sociale ed economico della nostra comunità: è con questa consapevolezza che la nostra amministrazione ha deciso di promuovere e valorizzare quelle iniziative, come il festival, impegnate a svolgere, al nostro fianco, attività pubbliche di promozione della lettura. L’intento è riconoscere e sostenere” – conclude l’assessore – “la crescita socio-culturale attraverso la diffusione della lettura come valore riconosciuto e condiviso, in grado di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva.”

La sezione dedicata ai più piccoli, EtnaKids, sarà curata da Matilde Leonforte, mamma e imprenditrice. L’edizione 2020 vedrà anche l’esordio della sezione Etnabook Lab che, coordinata da Simona Zagarella, darà la possibilità a tutti gli appassionati di seguire in modo interattivo gli incontri in palinsesto.

C’è anche un’altra partnership di prestigio da menzionare: quella con la bellissima realtà di Catania Book Party sostenuto dell’Assessorato alla Cultura di Catania, che nasce da un’idea di Valentina Carmen Chisari, Maria Maugeri e Francesca Barcellona, con lo scopo di unire gli appassionati di libri. Da questa unione prende forma il contest “Siamo tutti farfalle, la Terra è la nostra crisalide”, a cui si potrà partecipare attraverso delle videoletture inerenti il tema de Le metamorfosi.

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur