Ferie personale a tempo determinato: sindacati chiedono incontro al Ministero

di Lalla
ipsef

red – Cisl, Uil, Snals e Gilda degli Insegnanti chiedono al Ministero un incontro urgente per discutere della nuova normativa relativa alle ferie del personale a tempo determinato, affichè le scuole possano avere una circolare esplicativa di riferimento

red – Cisl, Uil, Snals e Gilda degli Insegnanti chiedono al Ministero un incontro urgente per discutere della nuova normativa relativa alle ferie del personale a tempo determinato, affichè le scuole possano avere una circolare esplicativa di riferimento

Oggetto D.L. 95/2012, Legge di Stabilità: fruizione delle ferie.

Le recenti modifiche normative di cui all’oggetto, hanno determinato un diffuso clima di conflittualità nelle Istituzioni scolastiche relativamente al diritto di fruizione delle ferie del personale con contratto a tempo determinato; ciò, in mancanza di indicazioni applicative delle norme citate da parte di codesto Ministero.

Pertanto, le scriventi Segreterie,

C H I ED O N O

un incontro urgente per un confronto sull’argomento, preliminare ad una necessaria circolare applicativa, al fine di favorire una corretta ed omogenea applicazione delle norme in oggetto

Tale richiesta è ulteriormente motivata dall’introduzione delle modifiche al D.L. n. 95/20123, per effetto dell’approvazione della legge di Stabilità.

Tanto si chiede, per evitare che le incertezze normative circa la corretta gestione del personale, relativa alla fruizione del diritto alle ferie per il personale con contratto a tempo determinato, accentuino il clima di conflittualità che si regista nelle singole Istituzioni scolastiche, in assenza di indicazioni operative omogenee ed applicative delle norme di cui all’oggetto.

Nel frattempo si chiede la immediata attivazione su NoiPA, ove non ancora in funzione, della possibilità per le scuole di comunicare la liquidazione delle ferie maturate.

Si resta in attesa di sollecito riscontro.

CISL UIL SNALS GILDA DEGLI INSEGNANTI

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare