Ferie non godute dei docenti precari della scuola, vanno retribuite. Sentenza che risarcisce 2.800 euro

WhatsApp
Telegram

Il Tribunale del lavoro di Firenze ha stabilito che i lavoratori precari della scuola hanno il diritto di essere retribuiti per le ferie non godute. La decisione è stata presa in seguito al ricorso di un insegnante che aveva svolto diverse supplenze e non aveva ricevuto alcun pagamento per i giorni di ferie non fruite. Il giudice ha riconosciuto il diritto del docente all’indennità sostitutiva per le ferie non godute e ha condannato il Ministero dell’Istruzione al pagamento di € 2.877,60, maggiorato degli interessi legali e della rivalutazione monetaria ISTAT.

Il Tribunale del lavoro di Firenze ha stabilito che i lavoratori precari della scuola hanno il diritto di essere retribuiti per le ferie non godute. La decisione è stata presa in seguito al ricorso di un insegnante che aveva svolto diverse supplenze e non aveva ricevuto alcun pagamento per i giorni di ferie non fruite. Il giudice ha riconosciuto il diritto del docente all’indennità sostitutiva per le ferie non godute e ha condannato il Ministero dell’Istruzione al pagamento di € 2.877,60, maggiorato degli interessi legali e della rivalutazione monetaria ISTAT.

Il Tribunale di Firenze ha esaminato la normativa vigente e ha preso in considerazione anche le posizioni espresse dai giudici in passato, sottolineando che la Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha stabilito che non c’è alcuna perdita automatica del diritto alle ferie retribuite e all’indennità sostitutiva quando il datore di lavoro non ha invitato il lavoratore a fruire delle ferie e non lo ha informato delle conseguenze della mancata fruizione.

Secondo il presidente nazionale dell’Anief, il sindacato che ha assistito l’insegnante nella causa, ci sono numerose sentenze che stabiliscono il diritto dei lavoratori precari alla monetizzazione delle ferie non godute. In particolare, la Corte di Cassazione ha chiarito che le ferie non fruite dai precari con contratti a termine devono essere monetizzate.

Il Tribunale di Firenze ha stabilito che il docente ha diritto all’indennità sostitutiva per le ferie non godute negli anni scolastici 2013/2014, 2014/2015, 2015/2016, 2016/2017, 2017/2018 e 2018/2019. La decisione del giudice rappresenta un importante precedente per tutti i lavoratori precari della scuola che non hanno goduto delle proprie ferie.

Anief: il Tribunale di Firenze boccia la linea del Ministero

WhatsApp
Telegram

Percorsi abilitanti riapertura straordinaria 60 cfu. Scadenza adesioni 24 giugno. Contatta Eurosofia