Argomenti Guide

Tutti gli argomenti

Ferie Dirigenti Scolastici: non necessitano di autorizzazione, vanno solo comunicate. Proroga causa emergenza Covid

Stampa

Le informazioni relative alle ferie per i Dirigenti scolastici sono declinate nel CCNL Area dirigenziale “Istruzione e Ricerca” 2016-2018 dell’8 luglio 2019. Una sintesi dei punti salienti.

Numero giorni all’anno per i DS

Il dirigente delle Istituzioni scolastiche ed educative ha diritto, in ogni anno di servizio, ad un periodo di ferie retribuito. In caso di distribuzione dell’orario settimanale di lavoro:

  • su cinque giorni, la durata delle ferie è di 28 giorni lavorativi;
  • su sei giorni, la durata è di 32 giorni.

DS Neoassunti – Diverso il numero di giorni di ferie annui?

Per i dirigenti assunti la prima volta in una pubblica amministrazione, a seconda che l’articolazione oraria sia su cinque o su sei giorni, la durata delle ferie è rispettivamente di 26 e di 30 giorni lavorativi. Riteniamo valga anche per i dirigenti scolastici neoassunti nonostante siano stati dipendenti della pubblica amministrazione prima di diventare presidi, con almeno 5 anni di ruolo ed esperienza alle spalle.

In aggiunta 4 giornate di riposo da fruire nell’anno solare

Oltre a quanto già specificato in riferimento al numero complessivo di giornate di ferie, i Dirigenti scolastici hanno ulteriori 4 giorni di riposo da fruire nell’anno solare, così come previsto dalla Legge n. 937/1977, all’articolo 1 lettera b); questi ultimi sono fruibili a richiesta degli interessati, tenendo conto delle esigenze di servizio.

Il dirigente scolastico non chiede autorizzazione per i giorni di ferie

Anche per i Presidi, le ferie sono un diritto irrinunciabile e, come per i docenti, non sono monetizzabili. È nella responsabilità del dirigente programmare, organizzare e comunicare le proprie ferie tenendo conto delle esigenze del servizio a lui affidato, coordinandosi con quelle generali della struttura di appartenenza, provvedendo affinché sia assicurata, nel periodo di sua assenza, anche mediante delega di funzioni nel rispetto della vigente normativa, la continuità delle attività ordinarie e straordinarie.

Una volta era necessario un assenso preventivo da parte del Direttore USR; oggi il dirigente scolastico deve solo fornire comunicazione, assicurando la continuità di servizio.

Ferie: interruzione o sospensione

Qualora le ferie siano interrotte o sospese per motivi di servizio, il dirigente ha diritto al rimborso delle spese documentate per il viaggio di rientro in sede e per quello di ritorno al luogo di svolgimento delle ferie; ha diritto, inoltre, al rimborso anche delle spese anticipate per il periodo di ferie non godute.

Le ferie sono inoltre sospese in casi di malattie adeguatamente e debitamente documentate che si siano protratte per più di tre giorni o abbiano dato luogo a ricovero ospedaliero. È cura del dirigente informare tempestivamente l’amministrazione, al fine di consentire alla stessa di compiere gli accertamenti dovuti.

Ferie maturate e non fruite nell’anno scolastico di riferimento

Nel caso in cui, per motivi di servizio o indifferibili esigenze personali, il dirigente non abbia goduto delle ferie dell’anno scolastico di riferimento, le stesse andranno fruite entro il primo semestre dell’anno scolastico successivo. In caso di esigenze di servizio assolutamente indifferibili, tale termine può essere prorogato sino alla fine dell’anno successivo.

N.B.: Per i dirigenti scolastici, entro il semestre o anno successivo equivale rispettivamente al 28/29 Febbraio, o al 31 agosto.

E’ quanto accaduto proprio in questo periodo a causa dell’emergenza Coronavirus. Con apposita nota il Ministero ha precisato che i numerosi e gravosi adempimenti che i dirigenti scolastici hanno gestito durante i mesi estivi, con profondo senso di responsabilità della propria funzione, non possano tradursi nella perdita dei giorni di ferie maturati. Da qui la proroga

Fatta salva l’ipotesi di malattia non retribuita di cui all’art. 21, comma 2, il periodo di ferie non è riducibile per assenze dovute a malattia o infortunio, anche se tali assenze si siano protratte per l’intero anno solare. In tal caso, il godimento delle ferie avverrà anche oltre il termine di cui al comma 12.

Quando le ferie sono monetizzabili

Le ferie maturate e non godute per esigenze di servizio sono monetizzabili solo all’atto della cessazione del rapporto di lavoro, nei limiti delle vigenti norme di legge e delle relative disposizioni applicative. Ciò si verifica solo nel caso in cui la non possibilità di fruizione delle ferie non è ascrivibile o riferibile al Dirigente; ad esempio per cause  di morte, infortunio, malattia, risoluzione del rapporto di lavoro per motivazioni gravi di salute etc.

La questione delle ferie da comunicare nei giorni di chiusura della scuola

Ha suscitato un intenso dibattito negli ultimi anni la questione inerente la comunicazione dei giorni ferie da parte del dirigente in corrispondenza dei giorni di chiusura deliberati in autonomia, nei limiti della Legge, da ciascuna istituzione scolastica. Alcuni direttori di uffici scolastici regionali, con apposite note chiarificatrici, hanno disposto che il dirigente deve comunicare le ferie, salvo impegni istituzionali, o già programmati, svolti in tali date, ovvero salvo quanto previsto dall’art. 15, comma 2, del CCNL 2006 area V della Dirigenza Scolastica. In particolare la nota dell’USR Lombardia del 2016 recitava:

“[…] il dirigente scolastico dovrà conservare agli atti della scuola un’autodichiarazione dalla quale risulti la ragione, adeguatamente motivata, della mancata comunicazione delle ferie nei giorni di chiusura dell’Istituzione Scolastica.”

Alcuni addetti ai lavori, però, lamentano la non presenza di tale disposizione nel CCNL area dirigenza scolastica del 2016/18; e sostengono che la mole di lavoro durante l’intero anno a carico dei Presidi pone quest’ultimi in uno stato di riduzione dal riposo fisiologico giornaliero o settimanale, che andrebbe perlomeno recuperato [Art. 15 CCNL 2006, area dirigenza]

Ferie solidali: cosa sono

Il CCNL 2016/18 dei dirigenti scolastici, sottoscritto in via definitiva l’8 luglio 2019, ha previsto la possibilità di fruire delle cosiddette “ferie solidali”. Vediamo in cosa consistono e come chiederle. Leggi tutto

Quanto guadagna un Dirigente Scolastico, come si calcola il suo stipendio? Ce lo spiega una neoassunta [INTERVISTA]

Stampa

Il nuovo modello di PEI, Eurosofia avvia un nuovo percorso formativo. Primo incontro il 28 aprile