Fedez lancia una petizione per sollecitare il governo a rimettere il bonus psicologo: “Il benessere psicologico deve diventare priorità nazionale”

WhatsApp
Telegram

L’impegno di Fedez sulla salute mentale non accenna a fermarsi. Dopo aver sollevato la questione nell’intervista con Fabio Fazio, il celebre artista ha lanciato una petizione per difendere il Bonus Psicologo, definito come “un supporto vitale” per chi, a causa di difficoltà economiche, non può permettersi sessioni di psicoterapia.

Nel 2021, il governo sotto la guida di Draghi aveva destinato 25 milioni di euro a favore del Bonus Psicologo, testimoniando una sensibilità verso la tematica. Tuttavia, sotto il governo Meloni, i fondi sono stati ridotti drammaticamente a 5 milioni per quest’anno e 8 milioni per il 2024.

I numeri parlano chiaro. L’Organizzazione Mondiale della Sanità sottolinea che in Italia il 20% della Generazione Z vive con disturbi mentali. Ulteriormente, l’Istat evidenzia che nel 2021, il 6,2% degli adolescenti tra 14 e 19 anni viveva in condizioni di malessere mentale. Ma nonostante questo quadro, l’Italia presenta una carenza di professionisti: 2,8 psicologi ogni 100mila abitanti in strutture pubbliche, ben al di sotto della raccomandazione dell’Istituto Superiore di Sanità.

Il Bonus Psicologo, introdotto nel 2022, ha visto un’enorme richiesta. Il rapporto 2023 dell’Inps evidenzia che, sebbene il 99% delle domande fosse ammissibile, solo il 10,5% è stato effettivamente finanziato. Questa drastica limitazione dei fondi mette a rischio il supporto per chi ha urgente necessità.

La petizione lanciata ora vuole sollecitare il governo affinché intervenga con decreti attuativi e fondi adeguati per la salute mentale. L’obiettivo è evitare che i fondi finiscano nel bilancio generale, privando molti del sostegno di cui hanno bisogno.

Fedez sottolinea: “Il benessere psicologico deve diventare una priorità nazionale. Con questa iniziativa, vogliamo proteggere il Bonus Psicologo e garantire un rapido accesso ai fondi, evidenziando quanto sia cruciale investire nella salute mentale degli italiani, soprattutto dei giovani”.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri