Fedeli, sulla riforma è mancato il dialogo. Non buttiamo a mare le 8 deleghe, ma siamo aperti al dialogo

WhatsApp
Telegram

A dirlo il Ministro Fedeli durante il suo intervento durante la trasmissione “Studio 24” su RaiNews.

“La prima cosa che dico è di aver fatto una scelta utile e condivisa dal Consiglio dei Ministri di non buttare a mare le 8 deleghe, perché ci sono scelte qualificanti e importanti per la scuola. Penso al sistema 0-6, al diritto allo studio, al diritto umanistico, alla formazione professionale, alla riforma sul reclutamento.”

“Abbiamo deciso – ha continuato – di salvare una scelta di innovazione, ma la buona scuola è stata votata a luglio 2015, sarebbe stato utile che deleghe fossero affrontate e discusse con i docenti. Non c’è stata opportunità, però questi due mesi in cui il Parlamento farà le audizioni. Le deleghe sono aperte al confronto e alle modifiche.”

Alla domanda del giornalista, se nella fase precedente della riforma non ci sia stato ascolto, il Ministro ha così risposto: “Obiettivamente nella fase precedente è mancata, lo ha detto lo stesso Renzi. Abbiamo superato il precariato, investito risorse economi, eppure eppure c è stata una reazione negativa da parte di tutti, qualcosa non ha funzionato. Secondo me, i soggetti vanno coinvolti e ascoltati e costruito consenso. Questo è il mio mandato.”

I testi delle deleghe

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur