Fedeli: non do voto al mio operato, lo diranno gli insegnanti. Ma non lo rifarei, spazio agli altri

WhatsApp
Telegram

Valeria Fedeli ha rilasciato una lunga intervista a un Giorno da pecora, programma di Rai Radio Uno condotto da Geppi Cucciari e Giorgio Lauro.

Un sollievo o un rimpianto a fine legislatura? Dopo l’intervista a Tribunapoliticaweb.it in cui il Ministro ha fatto il punto sull’alternanza scuola lavoro, ma ha voluto mettere i puntini sulle i anche per quanto riguarda il futuro reclutamento degli insegnanti Fedeli: “non è automatico laurearsi con 110 e lode e saper insegnare, serve formazione. Ho fatto iniziare a.s. con tutti i docenti in classe”. Riflessioni di fine legislatura , anche a un Giorno da pecora tira le somme del suo operato.

Un mandato che il Ministro assicura di aver svolto come lavoro certosino, ma lascia agli insegnanti l’assegnazione del voto. In ogni caso non lo rifarebbe, per lasciare spazio agli altri.

Il giorno più bello e il più brutto durante il suo Dicastero?

“I giorni belli – dice la Fedeli sono stati tanti, sono quelli in cui vado nelle scuole e parlo con docenti e bambini: ho girato davvero tanto. Quelli più difficili, quelli in cui guardo, decido una cosa, ma vedo che si fa fatica a realizzarla quando devo muovere troppo rispetto alle ramificazioni della struttura del Ministero. Il Ministero ha lavorato tanto e molto, anche in luglio e agosto”

“L’altro obiettivo – ha voluto precisare ancora una volta il Ministro era di far iniziare l’anno scolastico con tutti gli insegnanti in classe.”

Un obiettivo di cui il Ministro va fiera, anche se la percezione che ne hanno gli insegnanti, il personale ATA e i Dirigenti non sempre è concorde.

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VIII ciclo 2023, diventa docente di sostegno: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro, a richiesta proroga di una settimana