Fedeli, nessun ‘6 politico’ per maturità. E’ una semplificazione

Stampa

“Questa cosa del 6 politico non
esiste”. Parlare di “6 politico” per l’ammissione all’esame di
maturità “è un errore, una semplificazione che non corrisponde
al dibattito di qualità”.

Lo ha precisato la ministra dell’Istruzione, Valeria Fedeli, ai microfoni de “La Radio ne parla” su Radio1, parlando dello schema di decreto sugli Esami di Stato, che prevede almeno la media del 6 per l’ammissione alle prove. “C’è stata una lunga discussione – ha sottolineato Fedeli – che ha portato a far valutare, come avviene anche in altri Paesi europei, tutto il curriculum formativo delle ragazze e dei ragazzi. In questo senso è una responsabilità in più che si mette in campo a quella valutazione da parte dei docenti”. “Sono molto contenta che se ne discuta – ha concluso la ministra – l’importante è che discutiamo su proposte e contenuti sapendo
che non si può semplificare. Dire 6 politico è un errore, una semplificazione che non corrisponde al dibattito di qualità”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur