Fedeli: nel 2017 piena attuazione piano formazione per docenti e ATA

Stampa

“Dobbiamo investire di più. Per i docenti, per il diritto allo studio, per gli spazi di formazione, per la ricerca e l’università. Gradualmente lo si sta facendo, ma servirebbe un cambio deciso di grandezze. È un impegno su cui vorrei che si riuscissero a creare alleanze e scelte trasversali, impegnandoci tutte e tutti, almeno su questo, ad un confronto fuori da pregiudizi e mirato a concreti punti di condivisione”.

A dirlo, di fronte alle commissioni Cultura e Istruzione di Camera e Senato, la ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli, sulle linee programmatiche del suo dicastero. “Se guardiamo alla remunerazione dei docenti – ha riferito la ministra citando i dati Eurydice della Commissione europea 2015-2016 – nella scuola secondaria un insegnante italiano ad inizio carriera guadagna tra l’8% e il 103% in meno degli altri Paesi europei e tra il 25% e il 79% in meno rispetto allo stipendio massimo”.

“Nel 2017 dovremo iniziare a dare piena attuazione” al Piano per la formazione dei docenti. “Come all’analogo piano che riguarda il personale Ata. Entrambe le misure rappresentano un impegno finanziario di dimensioni nuove, mai raggiunte prima”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur