Fedeli: licenziati docenti colpevoli abusi sessuali. Orlando: serve almeno una condanna in primo grado

WhatsApp
Telegram

Nella mattina odierna, abbiamo riferito sulla norma che si vorrebbe introdurre nel prossimo CCNL relativa agli abusi sessuali sugli studenti. 

“Chi viene giudicato colpevole – ha affermato il Ministro Fedeli –  dopo il procedimento disciplinare, sarà comunque licenziato”.  Dunque il licenziamento – se la norma venisse mantenuta così – potrà scattare per la colpevolezza rispetto a ciò per cui l’insegnante viene giudicato, anche se il comportamento non dovesse costituire reato.

Fedeli: sospesi e licenziati insegnanti colpevoli di molestie sessuali. La nuova norma nel contratto, cosa prevede

Chiamato in causa sulla norma suddetta, il Ministro della Giustizia Andrea Orlando,  ospite di Massimo Giannini e Jean Paul Bellotto a Circo Massimo di Radio Capital, ha manifestato delle perplessità dal punto di vista Costituzionale.

Il licenziamento non può scattare soltanto sulla base di un’indagine ma almeno è necessaria una condanna in primo grado. Questo perché si tratta di un reato “infamante” che, se non venisse accertato come tale, marchierebbe comunque la persona coinvolta per tutta la vita.

Il video integrale:

 

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur