Fedeli in visita a Brindisi, le nuove tecnologie favoriscono l’apprendimento

WhatsApp
Telegram

“Le nuove tecnologie contribuiscono, se utilizzate innovando nei contenuti, all’ apprendimento. Quindi alla possibilità di coinvolgere gli studenti”. Lo ha detto la ministra dell’Istruzione, Valeria Fedeli, in visita ad alcune scuole di Brindisi.

“E’ tutto dentro i programmi che stiamo attuando della buona scuola”, ha specificato. La ministra ha incontrato i ricercatori del centro Enea e del consorzio Cetma della cittadella della ricerca. Poi ha fatto tappa al liceo scientifico Fermi-Monticelli, che ospita la sede della scuola europea di Brindisi. Quindi, ha visitato l’istituto tecnico Majorana, avanguardia nell’utilizzo delle nuove tecnologie. Le è stata mostrata l’aula multimediale, illustrato il progetto di book in progress, che prevede l’utilizzo di materiali didattici sostitutivi ai libri di testo, in forma low-cost, e il modello di lezioni con realtà virtuale. In occasione della visita della ministra 80 ricercatori del consorzio Cetma hanno deciso di protestare, non presenziando all’incontro, per portare all’attenzione la situazione di disagio finanziario in cui versano a causa dei ritardi dei pagamenti da parte del Miur. “Abbiamo fissato un incontro il 27 a Roma” ha spiegato Fedeli.

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito