Fedeli, esame 3a media semplificato ma non più facile

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Esame ” semplificato ma è più facile”. Ad affermarlo, il Ministro a Radio Capital.

“Abbiamo maggiormente puntato – ha spiegato – sulla valutazione del percorso e dei tempi di apprendimento. C’è un impegno maggiore educativo e didattico per i docenti”. Quanto alla questione del voto di condotta, la ministra ha ribadito che si valuta il comportamento anno per anno fino al terzo. “C’è – ha detto – una maggiore responsabilità di tutto il collegio docente sul comportamento. E comunque rimane il fatto che se ci sono state sanzioni sul comportamento non si viene ammessi all’esame. Se l’insieme del collegio dei docenti ritiene di ammettere uno studente vuol dire che c’è una valutazione motivata. Bisogna avere fiducia nell’operato dei docenti”.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare