Fedeli: basta violenze a scuola, più trasparenza e condivisione con i genitori. Come cambierà il Patto di corresponsabilità educativa

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Lettera del Ministro Valeria Fedeli ad Avvenire per spiegare come cambierà il Patto di corresponsababilità educativa che, sottoscritto all’unanimità dal Fonags (Forum nazionale delle associazioni dei genitori della scuola) sarà ora oggetto di dibattito con tutti gli attori coinvolti.

LE PRINCIPALI NOVITA’

  • estensione del Patto anche alla scuola primaria;
  • tempi più certi e modalità definite di collaborazione tra scuola e famiglia;
  • massima trasparenza e informazione sulle attività degli istituti, sui contenuti del Piano triennale dell’offerta formativa (Ptof) e del Patto di corresponsabilità stesso prima dell’iscrizione a scuola;
  • l’istituzione della ‘Giornata della corresponsabilità’.

La proposta che è stata sottoscritta fornisce indicazioni su modi e tempi per la presentazione di suggerimenti da parte dei rappresentanti degli organi collegiali, dei genitori e degli studenti, per la redazione o l’aggiornamento del Piano triennale dell’offerta formativa. Ma anche rispetto agli interventi di informazione e prevenzione relativi al cyberbullismo, previsti dalla legge 71 del 2017, e alla progettazione curricolare ed extracurricolare dei singoli istituti.

OBIETTIVI

  • massima trasparenza e condivisione, per garantire a ogni genitore il diritto di scelta all’atto di iscrizione della figlia o del figlio a scuola
  • pubblicazione sul sito web di ogni istituto dei progetti inseriti nel Ptof, dei bandi rivolti ai giovani, del regolamento interno della scuola, dello Statuto delle studentesse e degli studenti, del Patto stesso.

Leggi la lettera

Il comunicato del Miur

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare