FdI: lo Stato non può permettersi un concorso nazionale, si sperperano soldi che servono alla scuola

Stampa

comunicato dei deputati di Fratelli d’Italia Carmela Ella Bucalo e Paola Frassinetti  – “L’intransigente linea adottata dal ministro Azzolina sulla stabilizzazione dell’organico docenti, aggiunge ancora più incertezza sul futuro della scuola.

La strada intrapresa, ovvero un concorso straordinario da svolgersi a settembre, quindi proprio all’inizio dell’anno scolastico è palesemente sbagliata. Fratelli d’Italia si opporrà a questa imposizione che anche parte della maggioranza non condivide, poiché non rappresenta la panacea.
Ci attendono mesi economicamente molto critici e il momento storico emergenziale impone una riduzione delle spese superflue: lo Stato non può permettersi un concorsone nazionale.
Stabilizzazione è sinonimo di buonsenso e onestà intellettuale, mentre, seguendo le scellerate decisioni del ministro, rischiamo di immettere nel circuito altri precari oltre a sperperare soldi che servono a sostenere famiglie, studenti e l’intero sistema scolastico”

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia