Faraone: rendere chiara differenza tra scherzo e bullismo

WhatsApp
Telegram

Il sottosegretario al Miur, Davide Faraone, intervistato da Repubblica, è intervenuto sul tema del bullismo.

Faraone ha sottolineato il fatto che, troppo spesso, la linea di demarcazione tra bullismo e scherzo non è chiara, senza considerare gli effetti “devastanti” di determinati comportamenti.

Il fenomeno, ha proseguito il Sottosegretario, si è ampliato notevolmente a causa delle nuove tecnologie, che hanno dato vita al cyberbullismo.

La cosa fondamentale da fare è rendere consapevoli i ragazzi della grande differenza esistente tra scherzo e bullismo e trovare il giusto equilibrio tra sanzioni e prevenzione.

Un ruolo importante in tal senso deve essere svolto dagli insegnanti, che hanno in merito una “grande responsabilità” insieme alle famiglie, con le quali bisogna operare in rete.

Il sottosegretario, infine, ricorda che le misure  previste dal disegno di legge approvato alla Camera, attualmente al vaglio del Senato, rappresentano “un importante passo in avanti”, sebbene ci sia ancora tanto da fare.

Sul tema è intervenuta anche l’on. Campana (relatrice alla Camera della legge contro il bullismo e il cyberbullismo) la quale, commentando i dati pubblicati dal summenzionato quotidiano, ha affermato che “la Camera dei deputati ha fatto bene ad allargare la platea dei destinatari del provvedimento, prevedendo l’introduzione di una circostanza aggravante, e non di un reato specifico, all’interno del codice penale per dotare gli inquirenti di strumenti specifici di indagine nei casi più gravi.”

I dati diffusi oggi – ha proseguito l’Onorevole – confermano che è necessario approvare nel minor tempo possibile la legge in discussione per dotare le vittime di strumenti adeguati e partire subito con i piani formativi per famiglie e studenti previsti nella prima parte della proposta”.

Bullismo e Cyberbullismo, il 50% dei giovani ne è stato vittima

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur