Faraone: pronto ad affrontare nuove sfide e realizzare un visione di futuro. Auguri per le festività natalizie

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Care amiche, cari amici,

so che siete abituati a ricevere da questo indirizzo mail di natura politica, ma questa volta voglio augurarvi il meglio per queste festività natalizie che ci apprestiamo a trascorrere e per un anno, il prossimo, che spero sia ricco di avventure, voglia di fare e, perché no, di desideri realizzati. È una cosa che vi auguro dal profondo perché siete stati per me –  siamo stati  – lungo quest’anno che sta per finire, saldi compagni di viaggio.

Un anno, questo 2016 che ci stiamo lasciando alle spalle, avvincente, entusiasmante e per certi versi ricco di soddisfazioni. Certo, abbiamo avuto anche i nostri momenti di fatica, le nostre delusioni e le nostre sconfitte, se pensiamo all’esito del referendum costituzionale, ma abbiamo vissuto comunque un’avventura straordinaria che ripeterei, anche soltanto per il piacere di incontrare tante siciliane e tanti siciliani che credono in un cambiamento possibile.

In questi mesi, visitando città e paesi, ho avuto modo di incontrare e conoscere più da vicino il volto più bello della nostra regione: imprenditori, studenti, insegnanti, pensionati, professionisti che lavorano ogni giorno, al di là di statistiche e vulgate che dipingono un’isola in stagnazione, per una regione che generi futuro. Persone che hanno sperato in un cambio di passo, che hanno coltivato la speranza di vedere questo Paese voltare pagina. E la ricchezza di questi incontri non è qualcosa che resta inscatolata nel fascicolo di un anno ormai trascorso, è l’eredità di una conquista da coltivare per proseguire in un percorso che ci veda ancora protagonisti, insieme, per il bene della nostra terra.

Io ho già fatto la mia scelta: sono pronto a rimettermi in cammino con ciascuno di voi, sono pronto ad affrontare nuove sfide, sono pronto a proporre una visione diversa della Sicilia che deve impegnarsi a fondo per cambiare il proprio destino. Abbiamo una speranza che vogliamo coltivare, una visione di futuro che vogliamo realizzare. Il 2017 potrà essere l’anno della svolta, dipende soltanto da noi.

Passiamo in serenità le prossime feste, dedichiamo del tempo a chi ci sta vicino e alle persone a cui vogliamo bene, per qualche giorno prendiamoci cura di noi stessi ritrovando la nostra dimensione più umana. Torneremo a lavorare più motivati di prima, torneremo a credere con ancora più forza al nostro progetto.

Un grande abbraccio,

Davide Faraone

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione