Faraone (PD) su restituzione scatti: ” Il danno, cioè il taglio di quei fondi sacrosanti, si somma adesso alla beffa”

di redazione
ipsef

red – Il responsabile scuola del Partito Democratico lancia un monito al governo contro la restituzione di scatti maturati dagli insegnanti della scuola pubblica nel 2013.

red – Il responsabile scuola del Partito Democratico lancia un monito al governo contro la restituzione di scatti maturati dagli insegnanti della scuola pubblica nel 2013.

"Apprendo con preoccupazione della diramazione di una nota del ministero dell’Economia (nota MEF n.157 del 27/12/2013) in cui si chiede la restituzione di circa 150 euro mensili ai docenti che hanno maturato gli scatti 2013. Rimango sorpreso perché ancora una volta si va a punire col segno meno l’unica categoria di lavoratori dello Stato che ha prodotto nel 2013 un segno più", ha denunciato il responsabile Scuola del Pd Davide Faraone.

"Si tratta di importi – ha, inoltre, aggiunto – provenienti dal taglio dei fondi di funzionamento delle scuole che erano stati promessi ai docenti come pagamento dei dovuti scatti di stipendio. Il danno, cioè il taglio di quei fondi sacrosanti, si somma adesso alla beffa: una volta percepite e spese queste somme i docenti le dovranno restituire. Siamo dunque all’assurdo: dopo i diritti acquisiti e i diritti offesi siamo giunti ai diritti restituiti. Mi auguro che tutto ciò sia un equivoco".

Vedi anche

Scatti stipendiali. Chi deve restituirli? COBAS organizza presidio. ANIEF: "Unica possibilità, ricorrere alla CEDU". Docenti si organizzano con petizione

Concorsi triennali e GAE chiuse. Salari proporzionali al lavoro svolto. Licei di 4 anni? Vediamo come va! Intervista al responsabile scuola del PD, Davide Faraone

Versione stampabile
anief anief voglioinsegnare