Faraone “contro falsi invalidi nelle scuole, chiederemo indagini procura”. Possibile modifica legge 104

Stampa

Continua la crociata del Sottosegretario Faraone contro i "furbetti delle 104", dalle parole si passa ai fatti. Dopo il monitoraggio, le procure.

Continua la crociata del Sottosegretario Faraone contro i "furbetti delle 104", dalle parole si passa ai fatti. Dopo il monitoraggio, le procure.

Giorno 14, durante la trasmissione Ditelo a Rgs, il Sottosegretario è tornato a parlare del caso Agrigento e dei permessi legati alla Legge 104.

Dopo il caso Menfi, dove in una scuola è stato riscontrato un alto tasso di lavoratori che usufruiscono della Legge 104 (ben il 40% del personale), Faraone ha colto l'occasione per lanciare un giro di vite, promettendo di stanare i "furbetti della 104".

Nulla contro uno "strumento di civiltà", come lo ha definito, ma "no" agli abusi, dato che spesso viene utilizzato per evitare i trasferimenti o per ottenere le sedi migliori.

Dalle parole ai fatti, qualche giorno fa il Ministro ha avviato un monitoraggio sulla legge 104, su quanti ne usufruiscono e quanti la utilizzano per avere permessi.

Ma non basta, infatti, il Sottosegretario, al pulpito di Rgs, ha annunciato la volontà di chiedere alle procure e all'Inps di indagare sui casi sospetti.

"Sicuramente – ha affermato – lo faremo per Agrigento dove c'è un picco assurdo di trasferimenti ottenuti con la legge 104. Chi ha imbrogliato sarà cacciato via".

Infine, ha anche ipotizzato una rivisitazione della legge in questione per evitare in futuro casi di abusi.

Commenta su FaceBook

Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 2021, anche DSGA. Preparati con CFIScuola!