Fantò (PSI): auguri ai successori del Ministro Fioramonti

Stampa

Il PSI augura buon lavoro alla Ministra Azzolina e al futuro Ministro Manfredi, entrambi designati a sostituire il Ministro Fioramonti.

Il PSI tuttavia esprime perplessità circa l’iniziativa preannunciata dal Presidente del Consiglio Conte di scorporare dal Ministero dell’Istruzione, la Ricerca e l’Università.

Il PSI dubita che lo sdoppiamento del Ministero potrà portare quell’aumento di fondi per cui il Ministro Fioramonti ha abbandonato l’incarico. Noi socialisti pensiamo invece che tale iniziativa, pur potenziando meritoriamente il ruolo dell’università statale e della ricerca, rischi di impoverire pericolosamente la scuola pubblica. Se infatti l’università pubblica resta a tutt’oggi la principale fucina di innovazioni a cui anche le aziende private possono attingere, le opportunità ed il valore della scuola pubblica sembrano sempre più ignorate.
E’ di appena due giorni fa l’allarme lanciato dal PSI sul rischio che la scuola pubblica venga messa all’angolo dalla volontà politica di depotenziarne l’efficacia e neutralizzarne la funzione attivatrice di quell’ascensore sociale bloccata da tempo. Noi socialisti avevamo letto le dimissioni di Fioramonti come l’ ennesimo segnale di abbandono della difesa della scuola pubblica italiana. A quel segnale oggi si aggiunge la proposta di sdoppiamento.

Il PSI chiederà di poter incontrare quanto prima la Ministra per poter avviare un dialogo costruttivo, illustrare le proprie proposte e spiegare le proprie perplessità.

Luca Fantò
Referente nazionale PSI scuola, università e ricerca

Azzolina diventa Ministro, ad annunciarlo Conte durante la conferenza stampa di fine anno    

Dicastero Istruzione diviso in due, neo ministro all’Università e Ricerca è Gaetano Manfredi

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione