Falsi titoli per insegnare: 14.000 euro per passare da disoccupata a docente di sostegno

Stampa

GB – A Lesina, nel Foggiano, un borgo di seimila abitanti, sono state scoperte almeno cento docenti di sostegno senza titolo, supplenti in tutta Italia, che da bidelle, portalettere, cameriere, commesse, contadine, bariste, pizzaiole, guide turistiche, o disoccupate.

Ogni titolo comprato costava 14.000 euro: finte lauree, diplomi e titoli di specializzazione in materia di assistenza ai disabili,  venivano stampati dalla cartoleria di Lesina e indirizzate alle scuole, che non controllavano nulla.

GB – A Lesina, nel Foggiano, un borgo di seimila abitanti, sono state scoperte almeno cento docenti di sostegno senza titolo, supplenti in tutta Italia, che da bidelle, portalettere, cameriere, commesse, contadine, bariste, pizzaiole, guide turistiche, o disoccupate.

Ogni titolo comprato costava 14.000 euro: finte lauree, diplomi e titoli di specializzazione in materia di assistenza ai disabili,  venivano stampati dalla cartoleria di Lesina e indirizzate alle scuole, che non controllavano nulla.

Duecento sono i bambini disabili coinvolti in scuole elementari e materne, i cui genitori si costituiranno parte civile nel processo;  la gran parte delle indagate ha già chiesto il patteggiamento.

Il tribunale di Foggia ha aperto un conto corrente dove far versare volontariamente alle finte docenti i soldi indebitamente presi.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur