Falsi diplomi per accedere graduatoria III fascia ATA, perquisizioni e rinvii a giudizio

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Nei mesi scorsi, avevamo dato notizia della compravendita di falsi titoli, diplomi e altri titoli, per accedere alle graduatorie di istituto di III fascia ATA e/o incrementare il punteggio.

Titoli falsi per graduatoria ATA III fascia, il caso finisce in Parlamento

Il fatto

La vicenda era venuta alla luce grazie ad un servizio di “Striscia la Notizia”, in seguito al quale abbiamo appreso che:

L’azione illecita, documentata dal vivo attraverso delle riprese video personali , era organizzata da un sindacalista che prometteva ai potenziali concorrenti di ottenere diplomi di qualifica triennale, attestati “Eipass” e similari, dietro corrispettivo di un vero e proprio tariffario, senza alcuna frequentazione didattica e svolgimento di esami in merito, verosimilmente con la complicità di istituti e centri di formazione professionale;

La procura della Repubblica aveva naturalmente avviato delle indagini, poi prorogate, come riferisce anche IrpiniaNews.it

Aggiornamento indagini

La proroga delle indagini aveva portato a sei il numero degli indagati nell’ambito dell’inchiesta che vede come attore principale un collaboratore esterno della Cisl Irpinia-Sannio, attualmente agli arresti domiciliari.

Il succitato sindacalista, prosegue IrpiniaNews, si avvaleva di una rete di collaboratori negli enti pubblici, al fine di fornire i diplomi, venduti a 2000,00 euro ciascuno.

Nel corso di una perquisizione ad uno dei collaboratori del sindacalista, sono stati trovati  attestati di frequenza a corsi di addestramento professionale di dattilografia digitale, attestati di conseguimento Eipass e altri diplomi di qualifica professionale utili ai fini della graduatoria del personale Ata.

La perquisizione è stata condotta anche presso uno degli uffici periferici del Ministero, dove lavora il collaboratore del sindacalista.

Per due degli indagati, scrive ancora IrpiniaNews, è stato chiesto il rinvio a giudizio e dovranno presentarsi innanzi al Giudice il prossimo 20 luglio.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione