Falsi certificati di malattia in favore di insegnanti: indagato un medico

WhatsApp
Telegram

Un medico di Reggio Calabria è indagato dalla Procura di Como. L’uomo viene accusato di aver prodotto certificati di malattia falsi in favore di insegnanti.

In particolare, riporta Il Giorno, è accusato di aver emesso una serie di certificati a favore di un’insegnante sua paziente, che a settembre 2020 aveva trovato impiego a tempo determinato in una scuola del Comasco. Le indagini si concentrano sul fatto che la docente in questione, affetta da tiroidite di Hashimoto, una patologia non invalidante, ha presentato un certificato medico che attestava una patologia grave che richiede terapia salvavita.

I certificati sono stati poi stati rinnovati fino a giugno 2021, al termine dell’anno scolastico. In questo modo l’insegnante aveva una giustificazione per le assenze, non essere soggetta a visite fiscali di controllo e di percepire l’intera retribuzione, maturando regolare anzianità di servizio.

L’accusa è di violazione del testo unico sul pubblico impiego in relazione a false attestazioni, truffa ai danni dell’ente pubblico, e falso.

Il medico risulta indagato a Como per altri due casi analoghi, insegnanti affette da tiroidismo, che hanno beneficiato di certificati per patologie che necessitano di terapie salvavita.

WhatsApp
Telegram

Percorsi abilitanti riapertura straordinaria 60 cfu. Scadenza adesioni 24 giugno. Contatta Eurosofia